Warning: Use of undefined constant WC_VERSION - assumed 'WC_VERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.sana-pianta.com/home/wp-content/plugins/shortcode-pagination-for-woocommerce/jck-woo-shortcode-pagination.php on line 58

Warning: Use of undefined constant WC_VERSION - assumed 'WC_VERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.sana-pianta.com/home/wp-content/plugins/shortcode-pagination-for-woocommerce/jck-woo-shortcode-pagination.php on line 60
Canapa & Wall Street | Sana Pianta

La Canapa e il mostro della Borsa internazionale: Wall Steet, il regno della speculazione, là dove i soldi si fanno dai soldi radice di molti mali globali; era inevitabile che anche le compagnie che si occupano di produrre Canapa entrassero nel mercato azionistico, soprattutto da quando nel 2014 il Colorado ha reso legale il consumo di marijuana, da quella data le prospettive di crescita del mercato hanno attirato molti investitori.

Grandi e piccole aziende che producono Canabis sia per scopi ludici che farmaceutici hanno cominciato a quotarsi in borsa, sfruttando l’ondata di entusiasmo seguita alla legalizzazione, da allora i titoli hemp hanno acquisito un carattere molto volatile legato all’incertezza normativa del settore.

Infatti le leggi dei singoli stati non trovano un corrispettivo nell’ordinamento federale, nel quale l’erba è tuttora considerata un narcotico illegale di tipo 1, questo impone una certa cautela soprattutto dopo l’elezione del conservatore Trump.

Se il presidente intervenisse decidendo di applicare in modo zelante le normative federali, renderebbe difficile la vita della nascente industria della Canapa, il cui sviluppo porterebbe implicazioni anche nella concorrenza alle compagnie petrolifere poiché oltre che medica e ludica dalla Canapa industriale si possono ottenere anche materie plastiche biodegradabili che stroncherebbero sia per prezzo che per etica i prodotti derivati dall’oro nero.

Secondo una ricerca del Sole 24ore di un anno fa, sul mercato americano risultano quotate 200 compagnie che si occupano di Cannabis con un valore complessivo di 4,8 miliardi di dollari.

L’80% di queste aziende è impegnato nel campo farmaceutico, mentre per chi si occupa della produzione destinata al mercato ludico non esiste una vera e propria regolamentazione borsistica, insomma vengono quotate in listini particolari, che permettono di ottenere finanziamenti da privati, quel sostegno che le banche ancora diffidenti non elargiscono.

Le tre compagnie preferite dagli investitori di Wall Street sono:

la Insys Therapeutics Inc azienda di bio-tech che si occupa di creare farmaci destinati alla cura del cancro, dell’HIV, dell’anoressia. Negli ultimi mesi la Foo& Drug Administration ha autorizzato la produzione del Syndros che come componente principale ha la cannabis.

la Canopy Growth Corp (che di recente sta investendo in Italia) azienda con sede in Canada, che si occupa di farmaceutico e cosmesi, le sue azioni oscillano, ma le dichiarazioni pro legalizzazione del primo ministro canadese Justin Trudeau sono un confortante viatico per il futuro di questa Corporation.

-la Cara Therapeutics Inc anche questa azienda si occupa della ricerca e produzione di farmaci a base di Cannabis, soprattutto anti infiammatori, il successo in questo campo ne sta facendo lievitare il valore di mercato.

Per chi crede nell’hemp economy è giunta una valida alternativa ai BOT e CCT.


Deprecated: Non-static method Iconic_WSP_Pagination_Below_3_2_4::loop_end() should not be called statically in /web/htdocs/www.sana-pianta.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287